Note a compendio

Le Note a Compendio di un Foglio costituiscono il documento sussidiario al Foglio stesso; esse sono composte da:

1. Inquadramento geologico dell’area;

2. Descrizione dei dati geofisici e sedimentologici disponibili nell’area del Foglio;

3. Elementi Morfobatimetrici e “pericolosità” geologica, Bibliografia citata;

4. Punti di Criticità.

 

1. Inquadramento geologico dell’area: viene trattato l’assetto geologico-strutturale dell’area oltre che una breve descrizione morfologica dell’ambiente sommerso.

 

2. Descrizione dei dati geofisici e sedimentologici disponibili nell’area del Foglio: vengono elencati i set di dati utilizzati per la realizzazione di questo foglio e le campagne oceanografiche realizzate sia durante il progetto che in periodi precedenti.

I seguenti sottocapitoli descrivono le specifiche tecniche degli strumenti utilizzati, la metodologia di acquisizione, le finalità e l’utilizzo di questi ultimi:

2.1 Dati morfo-batimetrici (rilievi multibeam)

2.2 Dati di riflettività e immagini del fondale (side scan sonar, rov, ecc.);

2.3 Dati di sismica a riflessione;

2.4 Dati di campionamento;  

2.5. Altro tipo di dato.

 

A sinistra: Ubicazione dei dati disponibili per la realizzazione del Foglio 6 Ventotene; a destra: Mosaico TOBI dell’area inclusa all’interno del Foglio 6 Ventotene. La scala di grigio indica i valori di backscatter: bianco alto b., nero basso backscatter.

3. Elementi Morfobatimetrici e “pericolosità” geologica: viene descritta l’interpretazione morfo-batimetrica dei dati e l’interfaccia degli stessi con gli altri dati geofisici che si hanno a disposizione. In questo capitolo viene fatta, inoltre, un’accurata descrizione della mappatura delle UM e degli EM: